W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

DON QUIJOTE

con

Federica Altamura

Mònica Hernández

Raffaele Parisi

 

drammaturgia e collaborazione artistica Carlo Boso

liberamente tratto da Miguel de Cervantes Saavedra

 

Combattimenti scenici: Florence Leguy

Danze: Nelly Quette

Arrangiamenti musicali: Nunzio Veneruso

Scenografia : Francesco Esposito

Costumi: Antonietta Rendina

Burattini: Selvaggia Filippini

Organizzazione: Napoleone Zavatto

 

«¡Mi tío está muerto¡ El hijo de algo, el señor Don Quijote de la Mancha, mi tío está muerto, ¿No me creéis? Os digo que es verdad» è Antonia, nipote di Don Quijote, a pronunciare queste parole, cantando un requiem su quel che resta dell’amato zio: la sua armatura, la sua lancia e i suoi libri di cavalleria. «¡Mi tío está muerto¡ ¡Este hijo de puta está muerto¡ Y si no está muerto seré yo quien lo mate… Siempre llega tarde este tonto… pero ¿Por qué? ¿Por qué?». In realtà il pianto funebre di Antonia è un escamotage al fine di nascondere il clamoroso ritardo degli altri due attori della compagnia.

Lo spettacolo rischia di non andare mai in scena a causa di tutte le pratiche burocratiche che ruotano intorno al libero mestiere dell’artista. Eppure nulla può fermare l’ingegnoso hidalgo de la Mancha Alonso Quijano, neanche la SIAE. Chiarita la situazione, il pubblico verrà finalmente travolto e coinvolto dall’azione, dai travestimenti e dai continui cambi di personaggi, dalle danze e dalle musiche, dai burattini e dai combattimenti fino alle acrobazie aeree.

In sella al fido Ronzinante e in cerca di avventure, il Cavaliere errante decide di passare dalla letteratura ai fatti, ma a contrastarlo ci sarà la Dueña della casa che, desiderosa di una famiglia unita e di una vita dove regni la tranquillità, si opporrà alla volontà di Alonso «per amor o per forza, con le buone o le cattive, lo llevaré a su casa». Allo stesso tempo Antonia si è messa in testa di seguire le orme dello zio, di diventare Caballera e farà di tutto per permettere all’hidalgo di rivivere le sue più famose e amate avventure.

Don Quijote, per amore della sua leggiadra Dulcinea, andrà in cerca di  giganti che rubano il vento alla Terra e deturpano il nostro paesaggio, sfiderà il temibile Cavaliere dello Specchio, parteciperà alle nozze del ricco Camacho, cercherà di libererà un migrante dalla schiavitù del lavoro, incontrerà la potentissima Duchessa catalana Ermessenda Miralpeix De Monserrat e vivrà altre avventure spinto dal desiderio di sconfiggere il Mago Frestone e le ingiustizie di questo nostro mondo.

Photogallery

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusVisit Us On Youtube